La Camera dei Deputati ha dato il via libera definitivo al Decreto n.104 del 2020, meglio noto come Decreto Agosto, con 265 voti a favore, 180 contrari e due astenuti. Il testo del Decreto, recante misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia, è stato approvato lo scorso 6 ottobre in prima lettura al Senato con diverse modifiche rispetto al testo iniziale. Tra esse, alcuni chiarimenti e semplificazioni sul Superbonus 110% con lo scopo di garantire lo sveltimento delle procedure.

Superbonus 110%: scarica qui tutti i decreti e la circolare dell’Agenzia delle Entrate.

Il sottosegretario di Stato per l’economia e le finanze Alessio Villarosa sulla sua pagina Facebook spiega le principali novità riguardanti il Superbonus 110% introdotte in tre specifici emendamenti.

Il primo emendamento introduce una definizione più ampia di accesso autonomo comprendendo anche l’accesso indipendente da aree comuni e condivise con altri edifici unifamiliari, quindi anche di proprietà non esclusiva. “Questo significa che si possono ritenere edifici unifamiliari tutti quegli edifici, funzionalmente indipendenti, che hanno un accesso autonomo anche da aree comuni esterne. In questo modo saranno ancora più numerosi i soggetti che potranno beneficiare della norma”, si legge nel post del sottosegretario.

Con il secondo emendamento è stato chiarito che difformità urbanistiche e catastali su singole unità abitative non mettono a repentaglio la possibilità di godere della detrazione sulle spese per i lavori sulle parti comuni di edifici plurifamiliari.

Infine il terzo emendamento si interviene spiega che “per richiedere un finanziamento bancario o per esercitare l’opzione dello sconto in fattura o della cessione del credito sarà sufficiente la maggioranza di un terzo dei millesimi di proprietà dell’edificio, invece dei due terzi finora richiesti”.

Superbonus 110% dalla parte del cittadino: le 3 attenzioni per cautelarsi.

*Fonte Solare B2B.

Team ZEG

Team ZEG

Zanotti Energy Group S.r.l. si occupa di gestione amministrativa e burocratica di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.