Dichiarazione di consumo Agenzia delle Dogane

Anche quest’anno, entro il 31 marzo 2018, va presentata la dichiarazione di consumo per l’anno 2017, pena l’ammenda da 500 fino a 3.000 euro da parte dell’ Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e, nei casi di prolungata inadempienza, la sospensione da parte del GSE dell’erogazione della tariffa incentivante.

Non aspettare l’ultimo momento per presentare la pratica di dichiarazione di consumo, meno tempo avrai a disposizione, pi√Ļ aumenter√† il rischio di commettere errori che ti faranno incorrere in sanzioni.

Affidati alla nostra¬†esperienza pluriennale¬†e al nostro¬†staff di professionisti¬†che, con all’attivo¬†oltre 2.000 pratiche¬†completate¬†correttamente e inviate con successo, ti affiancher√† nell’espletamento della pratica e nel successivo caricamento sul portale¬†GSE.¬†

Chi è soggetto alla dichiarazione di consumo:
  • tutti gli impianti da fonti rinnovabili di¬†potenza superiore ai 20 kWp¬†che immettono una parte dell’energia prodotta in rete e autoconsumano l’altra (cessione parziale);
  • tutti gli impianti da fonti rinnovabili di¬†potenza superiore ai 20 KWp¬†che immettono totalmente l’energia prodotta in rete (cessione totale).

In molti hanno gi√† rinnovato la fiducia dimostrataci gli anni precedenti decidendo di affidare al nostro Staff ¬†la realizzazione delle¬†dichiarazioni di consumo¬†degli impianti alimentati da¬†fonti rinnovabili¬†(fotovoltaico, cogenerativo, ecc.. ) e¬†non rinnovabili¬†(gruppi di continuit√†, motori alimentanti da combustibili fossili) in riferimento¬†all’anno fiscale 2017.

La Zanotti Energy Group, si assume la piena responsabilità dei conteggi effettuati, in caso di eventuali sanzioni. 

Nella richiesta di preventivo vi chiediamo di indicarci la ragione sociale e la tipologia di cessione dell’impianto.