Contributo per il funzionamento ARERA per l’anno 2019

Contributo per il funzionamento dell’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente per l’anno 2019 (ricavi anno 2018). 

La deliberazione del 30 luglio 2019 n. 355/2019/A ha determinato la misura dell’aliquota del contributo agli oneri di funzionamento dell’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente dovuto dai soggetti operanti nei settori dell’energia elettrica, del gas e del servizio idrico integrato nell’ambito dell’attività di regolazione e controllo nei settori di propria competenza secondo quanto stabilito dalla legge del 14 novembre 1995, n. 481 e s.m.i.

Chi è soggetto al versamento del contributo?

Sono tenuti al versamento i soggetti operanti nei settori dell’energia elettrica, del gas e del servizio idrico integrato, o in una o più delle attività che li compongono, iscritti nel registro delle imprese nell’anno precedente e/o che svolgono l’attività in regime di gestione pubblica diretta, ivi comprese le società di diritto estero.

In base alla deliberazione dell'Autorità, il contributo per il funzionamento dell'Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente per l'anno 2019 è pari:

  • per i soggetti operanti in Italia nei settori dell’energia elettrica e del gas allo 0,32 per mille dei ricavi relativi all’anno 2018 risultanti dall’ultimo bilancio approvato;
  • per i soggetti operanti in Italia nel settore del servizio idrico integrato, o di una o più attività che lo compongono, allo 0,27 per mille dei ricavi relativi all’anno 2018 risultanti dall’ultimo bilancio approvato ovvero rendiconto consuntivo per i gestori in forma diretta del SII;
  • per i soggetti operanti in Italia nel settore dei rifiuti allo 0,30 per mille dei ricavi relativi all’anno 2018 risultanti dall’ultimo bilancio e altresì allo 0,30 per mille dei ricavi relativi all’anno 2017 risultanti dal relativo bilancio approvato come recupero delle somme dovute per l’anno precedente come disposto dalla deliberazione n. 236/2018/A Le attività del servizio integrato di gestione dei rifiuti sottoposte al versamento del contributo, nelle more dell’introduzione della normativa unbundling, sono quelle elencate all’articolo 1 del MTR 2018-2021 (Allegato A alla deliberazione 31 ottobre 2019, 443/2019/R/rif), sono di seguito riportate:
    • spazzamento e lavaggio delle strade;
    • raccolta e trasporto dei rifiuti urbani;
    • gestione tariffe e rapporti con gli utenti;
    • trattamento e recupero dei rifiuti urbani;
    • trattamento e smaltimento dei rifiuti urbani.

Nella deliberazione n. 355/2019/A l’Autorità ha confermato un contributo aggiuntivo per gli oneri di funzionamento dell’Autorità dovuto dai soggetti operanti in Italia nei settori dell’energia elettrica e del gas che esercitano una o più attività infrastrutturali sottoposte a tariffa nella misura dello 0,02 per mille dei ricavi complessivi assoggettati risultanti dai bilanci approvati per l’esercizio 2018.

Il contributo 2019 deve essere versato entro il 27 dicembre 2019 e non è dovuto per somme uguali o inferiori a 100,00 (cento/00) euro. 

Ricordiamo che per tutti i nostri clienti, questa pratica è inclusa nel contratto. Essere clienti Service Partner conviene!

Il nostro staff è specializzato nell’espletamento di tali pratiche ed è disponibile per qualsiasi informazione e chiarimento a riguardo.